venerdì 23 gennaio 2009

La vita è un viaggio? Siamo tutti turisti...

Michela, un'amica in odore di misticismo, in base a calcoli astrali che conosceva solo lei, ogni anno, al cadere del suo compleanno, si spostava in un luogo preciso del pianeta. Un villaggio perduto dell'Orissa, la periferia di Toulouse, un'isola delle Incoronate dove non c'era nemmeno l'acqua da bere e lei se la doveva andare a prendere in canoa nell'isola più vicina, a Michela, poco importava. Le stelle decidevano per lei e a lei stava bene.

3 commenti:

sileno ha detto...

"... e lei stava bene", in fondo è questa l'essenza di tutto, fare qello che ritieni opportuno, ma senza obbligare gli altri a fare la stessa cosa ,se non vogliono, solo perchè così dicono le stelle, o i santoni infallibilicapaci di interpretare tutto.

Chiara Milanesi ha detto...

Era quello che pensavo quando mi è venuta in mente Michela. ciao

technology ha detto...

pofengdao
peon36
budongmingguang
xingxing86
qianghan63