venerdì 22 maggio 2009

L'imperatore




"The boat that rocked", pirotecnico e nostalgico film di Michael Curtis, lo torno a vedere per la seconda volta questa sera. L'operazione nostalgia, visibilmente funziona. Almeno su di me. 
La storia è presto detta e si ispira a fatti reali. Nell'Inghilterra della metà degli anni '60, quella dei Beatles e dei Rolling Stones, la libertà (sessuale, di parola e di musica) iniziava a far capolino. Ma la storica BBC, non ne voleva sapere. E il rock era quasi totalmente proscritto dalle sue emissioni. A colmare il vuoto, 24/24, c'erano le radio pirata che emettevano da alcune navi ancorate nel Mar del Nord, fuori portata delle leggi che regolavano le emissioni radiofoniche nel paese. Il film racconta la storia di una di queste radio, capitanata all'epoca dal dirompente Angus "The Nut" Nutsford, uno degli uomini più odiati dall'establishment inglese dell'epoca.
Il film annega lo spettatore (della mia età) in una oceanica ondata di nostalgia. E non solo nostalgia per la bella epoca del rock, ma anche nostalgia della leggerezza, sesso, droga e R&R, che avevano caratterizzato quegli anni. La complicità, l'amicizia, la trasgressione, l'ironia, il sarcasmo e tanta, tanta bellissima musica rendono questo un film indimenticabile. Da guardare e riguardare come ci capita di fare con i film culto.
Attori estremamente bravi, tra i quali spicca un Philip Seymour Hoffman realmente memorabile, il quale riveste il ruolo di un DJ americano, The Count, personaggio chiaramente ispirato al grandioso Emperor Rosko,  alias Mike Pasternak, alias il Kaiser, alias Le President,  forse il DJ più noto di quell'epoca.
Qui di seguito un video trovato su Youtube nel quale possiamo sentire la voce e la verve di quello che tutti all'epoca conoscevano come The Emperor:

2 commenti:

Rouge ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Rouge ha detto...

Strano, in questi giorno ho riscoperto vecchi brani di Bill Withers e di... Caterina Caselli!
Non lo so, forse mi piacciono perchè mi ricordano la culla :)