giovedì 11 giugno 2009

Il paese di Alice e della Vispa Teresa

Che cos`è? Un ritorno all'Arcadia? 
I magistrati da oggi in poi si faranno affiancare da inquirenti che indagheranno avvalendosi dell'impermeabile del tenente Colombo o della pipa di Megret. O magari si faranno di cocaina come il buon Sherlock Holmes. Le prove dei crimini che si compiono nella nostra società saranno raccolte da poliziotti travestiti da vecchiette che seguiranno passo passo i sospetti, arrestandosi davanti alla porta di casa loro. Poi, si utilizzeranno i garzoni di fiorista, che magari riusciranno ad intrufolarsi per qualche secondo nella dimora del reo sospetto e forse avranno la fortuna di intercettare auditivamente qualche dialogo incriminante...
Continuiamo così. La tecnologia non serve più a niente. Anzi è il male.
Diventiamo luddisti e spacchiamo le Tac chiedendo ai medici di ritornare allo studio clinico dei segni della malattia come raccomandava il buon Galeno. Dite trentatré e tirate fuori la lingua...
Frantumiamo i computer a colpi di martello e che gli scienziati, ohibò, si rimettano a fare i calcoli con carta e matita...In fondo potranno arrivare agli stessi risultati..Ci metteranno solo un pochino di più...
Sarà più bello il nostro mondo senza quelle tecnologie invasive che avevano permesso di scoprire le marachelle di Pierino, di individuare traffici loschi, che evidentemente, sono tali solo per una parte del paese. E sarà ancora più bello che noi, popolo bue, di tutto ciò si resti all'oscuro....Che a conoscere il male si diventa più cattivi, più brutti, più diffidenti...
Potremo così allegramente ignorare e vivere in un paese delle meraviglie fatto di Alici e Vispe Terese. Che non attraverseranno specchi né coglieranno " a volo, sorprese, gentil farfallette...".
Grazie Silvio...

6 commenti:

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Ma davvero pensi che lo stop alle intercettazioni si traduca in un movimento luddista e antitecnologico? Magari, direi io: serve solo ad aumentare il tasso di illegalità in un paese in cui sarebbe urgente che essa diminuisse di colpo.
Del resto, questi non hanno un minimo disegno strategico, quando qualcosa li disturba, fanno una legge in quattro e quattrotto, e via. Le conseguenze di più lungo periodo non fanno alcun sforzo per vederle, o forse non sarebbero comunque in grado di vederle.

Chiara Milanesi ha detto...

@ Vincenzo: il mio era un intento ironico...intendevo dire che togliere le intercettazioni ai magistrati è un poco come se togliessimo la TAC ai medici o il computer agli scienziati...

Anonimo ha detto...

Non ho parole, nel paese in cui l'illegalità è già diffusa come una pandemia,si toglie uno degli strumenti più utili a controllarla.
E brava la Pdl che ha piazzato in Europa 4 condannati e 10 indagati!
Cattivi i magistrati che oggi hanno indagato 4 senatori dell'udc per mafia!

Un mondo al contrario.....
Pat

il cuoco ha detto...

.....E quando spariranno i dissidenti politici nessuno lo verrà a sapere . perchè dopo le intercettazioni toccherà a internet essere chiuso...
sicuramente non succederà(speriamo) ,ma è il futuro lo vedo nero.. senza intercettazioni i mafiosi e i camorristi avrano la vita sempre piu facile e io mi chiedo non è quello che vogliono? Ciao

Chiara Milanesi ha detto...

@cuoco: spariremo noi e nessuno lo verrà a sapere...

il cuoco ha detto...

Chiara siamo noi i priomi dissidenti....
Ti spetto da me